ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: ex presidente Katzav non andrà in carcere

Lettura in corso:

Israele: ex presidente Katzav non andrà in carcere

Dimensioni di testo Aa Aa

Niente carcere per Moshe Katzav. L’ex presidente israeliano al centro di uno scandalo di natura sessuale, non andrà in prigione. Lo ha annunciato il Procuratore generale dello Stato di Israele, a seguito di un accordo raggiunto da accusa e difesa. Katzav sarà incriminato per molestie sessuali e atti impropri senza assenso e con l’esercizio di pressioni nei confronti di sue ex dipendenti, ma cade l’accusa di stupro. Invece della pena massima di sette anni, se la caverà, dunque, con un periodo di dentenzione con la condizionale e indennizzi finanziari alle vittime.

Miriam Schler, del Centro di sostegno alle vittime di violenze sessuali: “In sostanza si manda un chiaro messaggio alle donne che hanno subito molestie o violenze da parte di uomini potenti, cioè quello di restarsene a casa e stare zitte, perché non vale la pena nemmeno sporgere denuncia alla polizia”.

Katzav, sospeso dalle funzioni istituzionali lo scorso gennaio, si dimetterà. Sarebbe dovuto rimanere in carica fino a luglio per passare poi le consegne a Shimon Peres, eletto il 13 giugno presidente di Israele.