ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vietato il porto di armi ed esplosivi nei territori palestinesi

Lettura in corso:

Vietato il porto di armi ed esplosivi nei territori palestinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Manifestazioni con spari in aria dovrebbero diventare sempre più rare nei territori palestinesi. Il presidente Mahmud Abbas ha vietato il porto di armi o esplosivi senza autorizzazioni e ha anche ordinato al ministero dell’interno di rivedere i permessi finora concessi alle varie associazioni o gruppi paramilitari. L’obiettivo è chiaramente quello di rimarcare l’illegalità delle milizie di Hamas, che hanno recentemente preso il controllo della Striscia di Gaza.

In segno di pieno appoggio al nuovo governo – del quale non fanno più parte ministri del gruppo radicale islamico – Washington ha inviato in Cisgiordania l’assistente segretario di Stato David Welch, che si è intrattenuto con il nuovo premier, il tecnico Salam Fayyad.

“Gli Stati Uniti cercheranno nuove maniere per lavorare con l’Autorità palestinese ora che c‘è un governo che rispetta i principi che condividiamo”, ha detto Welch.

A manifestare il sostegno di Mosca è stato invece il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov, in visita in Israele: “Appoggiamo Mahmud Abbas. In primis le sue decisioni, adottate nel rispetto della Costituzione palestinese e poi tutti i futuri sviluppi di questo processo”.

Per rafforzare la sua posizione nei confronti di Hamas, il presidente Abbas ha anche chiesto a Israele di consentire il ritorno di oltre 1.000 uomini della milizia del suo partito, il Fatah, attualmente in esilio in Giordania.