ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy: "L'Europa è ripartita"

Lettura in corso:

Sarkozy: "L'Europa è ripartita"

Dimensioni di testo Aa Aa

Soddisfazione ma soprattutto sollievo al termine del summit che ha rischiato di paralizzare l’Europa. E il più sollevato e soddisfatto di tutti è il nuovo arrivato. Per il presidente francese Nicolas Sarkozy, al suo primo vertice europeo, l’accordo di oggi è “una buona notizia”. “L’Europa ha dimostrato di essere in grado di sbloccarsi, di prendere delle decisioni difficili anche a 27”, ha detto.

Sarkozy, uno dei protagonisti nelle mediazioni con la Polonia, ha concluso: “Non ci sono vincitori o perdenti, ed è importante che l’Europa sia ripartita”. Altra vittoria personale per Sarkozy, aver fatto cancellare dal testo il riferimento alla libera concorrenza. Un punto su cui sembra che il premier britannico Tony Blair e il suo successore in pectore Gordon Brown abbiano avuto uno scontro.

Per Blair questo vertice, l’ultimo, è stato l’occasione di fare un bilancio: “Un paese come la Gran Bretagna ha bisogno di alleanze forti per far pesare la sua influenza, e quindi la mia posizione durante tutta la durata del mio incarico come primo ministro è stata di uscire da questa sorta di infinita negatività distruttiva ed essere consapevole che la Gran Bretagna ha molto da offrire all’Europa e l’Europa ha molto da offrire alla Gran Bretagna”.

Anche se Romano Prodi ha accusato proprio Londra di capeggiare il gruppo di “frenatori” dell’Europa. Ma ora, sbloccato il freno, l’Europa può ripartire. La conferenza intergovernativa è stata convocata già per fine luglio, poi gli stati membri dovranno ratificare il trattato.