ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Merkel convince la Polonia: sí al voto a doppia maggioranza, ma dal 2014

Lettura in corso:

Merkel convince la Polonia: sí al voto a doppia maggioranza, ma dal 2014

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordo preliminare tra il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente polacco Lech Kaczynski sul sistema di voto a doppia maggioranza. Varsavia ha accettato la proposta tedesca che prevede che le decisioni debbano essere prese a maggioranza del 55% degli Stati che rappresentano il 65% della popolazione, ma ha ottenuto che la sua entrata in vigore slitti al 2014.

Si tratta di un compromesso tra il Trattato firmato a Roma che prevedeva l’entrata in vigore del nuovo sistema contestualmente al nuovo trattato, cioè entro il 2009 e le richieste polacche di uno slittamento al 2020.

L’accordo preliminare raggiunto dalla presidenza di turno tedesca con la Polonia comprende anche la clausola cosiddetta Ioannina dal nome della città greca dove è stata definita nel 1994. La formula prevede che nel caso di voto a maggioranza qualificata, se un piccolo gruppo di paesi è vicino a formare una minoranza di blocco, senza peró raggiungerla, puó chiedere il riesame della decisione in discussione.

Accordo raggiunto anche sul ministro degli esteri: continuerà a chiamarsi Alto rappresentante dell’Unione europea, conserverà la carica di segretario generale del Consiglio ma aggiungerà la vicepresidenza della Commissione dell’Unione europea.