ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, riprendono le stragi a Baghdad. Camion-bomba contro moschea sciita uccide 75 persone

Lettura in corso:

Iraq, riprendono le stragi a Baghdad. Camion-bomba contro moschea sciita uccide 75 persone

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ stata causata da un camion imbottito di esplosivo la strage che a Baghdad stamane ha causato almeno 75 morti e 115 feriti. L’attentato è il più grave degli ultimi due mesi.

L’esplosione è avvenuta vicino ad una moschea sciita, nel momento in cui i fedeli stavano uscendo al termine della preghiera.

Danneggiate decine di automobili investite dall’onda d’urto, e nella stessa moschea sono crollate alcune pareti di cemento armato.

La violentissima azione di oggi arriva appena qualche giorno dopo la sospensione del coprifuoco su tutto il territorio della capitale, su cui sono dislocati oltre 85mila soldati tra statunitensi e iracheni.

Un altro attentato è avvenuto a Samarra, dove un gruppo di insorti ha dapprima attaccato una stazione di polizia, colpendola poi con un camion-bomba.

Alla nuova ondata di violenza le autorità hanno risposto con una mega-operazione, con più di diecimila unità impegnate da stanotte in una ampio rastrellamento a nord della capitale, nella zona di Baquba.

Almeno 22 presunti miliziani di al-Qaida sono stati uccisi, e diverse decine di persone sono state arrestate.