ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Croazia celebra il primo processo affidato dal TPI

Lettura in corso:

La Croazia celebra il primo processo affidato dal TPI

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è aperto a Zagabria il processo a carico di Mirko Norac e Rahim Ademi, due ex ufficiali croati su cui pendono sei capi di imputazione per crimini di guerra.

Il caso è finora l’unico che sia stato affidato alla giustizia croata dal tribunale internazionale per la ex Jugoslavia. Un test importante per la Croazia che ambisce ad avvicinarsi all’Unione europea.

Il processo, che durerà circa un anno e sarà sorvegliato dall’Ocse, si riferisce a fatti avvenuti tra il 9 e il 17 settembre del ’93, quando un’operazione militare nota come l’eccidio della Sacca di Medak costò la vita a 28 civili serbi e a cinque prigionieri di guerra.

Ademi e Norac, che avevano il comando delle truppe, sono accusati di non aver prevenuto il massacro di civili, e di aver anzi torturato i prigionieri e distrutto le loro proprietà. Entrambi si sono dichiarati non colpevoli.

Norac era già stato condannato a 12 anni di carcere in Croazia nel 2003 per altri crimini contro la popolazione serba.