ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Cisgiordania entra in carica oggi il nuovo governo d'emergenza

Lettura in corso:

In Cisgiordania entra in carica oggi il nuovo governo d'emergenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Vogliono andarsene i palestinesi rimasti intrappolati nella Striscia di Gaza dopo la presa del potere di Hamas. Alcune decine di persone sono state lasciate passare dai soldati che sorvegliano la frontiera con Israele e con l’Egitto, e che hanno preso in considerazione caso per caso.

I sostenitori di Fatah temono rappresaglie da parte di Hamas, mentre in Cisgiordania sta per entrare in carica il nuovo esecutivo di Salam Fayaad. Il presidente Mahmud Abbas ha firmato nella notte il decreto che ratifica la formazione di un governo d’emergenza. Sarà composto da 12 ministri, tutti “esperti indipendenti”, quindi non appartenenti né a Hamas né a Fatah, e giurerà oggi verso mezzogiorno. Fayaad avrà anche il dicastero delle Finanze, di cui era già titolare nel governo Haniyeh.

Abbas si è guadagnato in questo modo il sostegno non solo di Stati Uniti e Unione europea, ma anche di Israele.

E così, mentre il premier destituito Ismail Haniyeh, che parla di “colpo di Stato”, sul piano internazionale può contare ormai solo su Iran e Siria, Washington ha già fatto sapere che sbloccherà i fondi e gli aiuti a favore del nuovo governo.

Il timore ora è che la situazione si ripeta, specularmente, in Cisgiordania, dove anche ieri uffici di Hamas sono stati assaltati, saccheggiati e dati alle fiamme. Il movimento radicale ha anche denunciato il rapimento di 150 suoi funzionari.