ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crimini di guerra: un nuovo arresto conferma la collaborazione Belgrado-L'Aja

Lettura in corso:

Crimini di guerra: un nuovo arresto conferma la collaborazione Belgrado-L'Aja

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora un arresto, ancora un passo della Serbia in direzione dell’Unione Europea. Vlastimir Djordijevic, ex generale della polizia serba accusato di crimini di guerra perpetrati in Kosovo, è stato consegnato alla giustizia grazie alla collaborazione di Belgrado. Una condotta che Bruxelles considera una ulteriore dimostrazione della volontà della Serbia di facilitare la giustizia internazionale.

Djordijevic era ricercato per aver ordinato l’uccisione di civili albanofoni nella provincia indipendentista del Sud della Serbia.

E’ stato catturato in Montenegro. Due settimane fa l’arresto dell’ex generale serbo-bosniaco ZdravkoTolimir, accusato in relazione al massacro di Srebrenica del 1995. La sua consegna al Tribunale Penale Internazionale de L’Aja ha permesso la riapertura dei negoziati fra Serbia e Unione Europea. Ma restano ancora due super latitanti: Ratko Mladic e Radovan Karadzic.