ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza, si profila una emergenza umanitaria. Frontiere chiuse attorno alla Striscia

Lettura in corso:

Gaza, si profila una emergenza umanitaria. Frontiere chiuse attorno alla Striscia

Dimensioni di testo Aa Aa

Miliziani di Hamas impegnati a dirigere il traffico. Succede anche questo a Gaza, dove la polizia, in gran parte formata da fedelissimi di al-Fatah, ha ricevuto l’ordine di non collaborare col nuovo potere. E tuttavia la calma pare essere tornata nella Striscia. Dopo un isolamento durato una settimana gli abitanti di Gaza lasciano le proprie case, soprattutto spinti dal bisogno di generi di prima necessità.

“Avevamo troppa paura”, dice una donna, “e per questo non siamo nemmeno usciti di casa. Speriamo che la situazione possa calmarsi”. “Il cibo e le merci non mancano. Quello che manca invece spesso”, secondo un macellaio, “sono i soldi che servono a poterli comprare”.

In questo contesto, resta determinante l’aiuto umanitario della comunità internazionale, per il milione e mezzo di palestinesi che vivono nella Striscia di Gaza ormai tagliata fuori dal mondo. Chiusi infatti i valichi di confine al sud con l’Egitto e a nord e est con Israele. Dal canto suo, l’Unione europea ha assicurato che continuerà a fornire i propri aiuti anche a Gaza, così come continua a fare in Cisgiordania.