ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Condanne a 4 militari russi per l'omicidio di civili ceceni

Lettura in corso:

Condanne a 4 militari russi per l'omicidio di civili ceceni

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro condanne, tre in contumacia, un solo imputato presente in aula. Pene fra i 9 e i 14 anni di reclusione per l’uccisione di 6 civili ceceni.

Si è concluso così il processo celebrato a Rostov sul Don, nel Sud della Russia. Un processo sul quale erano puntati gli occhi di tutte le organizzazioni per la difesa dei diritti umani e considerato come un test sull’affidabilità della giustizia russa.

“Siamo soddisfatti del verdetto – dice Koka Tuburova, parente di una delle vittime – anche se dal nostro punto di vista la pena non è sufficientemente pesante”.

I fatti risalgono al 2002. I membri dei servizi di sicurezza russi sono sulle trecce di un capo ribelle ceceno. Colpiscono un furgone. Dentro ci sono soltanto 6 civili. Alcuni sono feriti, ma alla fine verranno tutti freddati.

L’ordine di sparare sui superstiti viene dal comandante Alexei Perelevski, uinico accusato presente in aula. Ha sempre detto di aver esguito l’ordine di un superiore. Mai identificato.