ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Sudan cede: in Darfur in arrivo i caschi blu dell'Onu

Lettura in corso:

Il Sudan cede: in Darfur in arrivo i caschi blu dell'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Sudan ha accettato il dispiegamento in Darfur anche di truppe dell’Onu. In totale saranno fra i 17.000 e i 19.000 caschi blu, in parte delle Nazioni Unite, in parte dell’Unione Africana. Questi soldati prenderanno il posto dell’attuale contingente composto da 7.000 uomini, esclusivamente dell’Unione Africana, male armati e insufficientemente finanziati.

Lo scopo è garantire la sicurezza dei circa due milioni di profughi, che affollano i campi del Darfur e delle località vicine, dagli attacchi delle milizie arabe filogovernative Janjaweed.

Le autorità sudanesi, sotto pressione internazionale, dopo due giorni di negoziati, hanno accettato l’arrivo delle truppe ma non senza condizioni: la maggioranza dei soldati dovrà provenire da Paesi del continente e all’Onu non è stato concesso il comando della missione, che ufficialmente spetterà all’Unione Africana.

Si calcola che dal 2003 il conflitto tra i ribelli non arabi del Darfur e le forze vicine al governo sudanese abbia fatto 200.000 morti.