ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Albania tributa un'accoglienza trionfale a George Bush

Lettura in corso:

L'Albania tributa un'accoglienza trionfale a George Bush

Dimensioni di testo Aa Aa

È la prima volta che un presidente degli Stati Uniti si reca in visita nel Paese delle aquile, che si è trasformato in pochi anni da dei uno regimi comunisti più chiusi in un indiscutibile alleato dell’America. Il presidente albanese Alfred Moisiu e il premier Sali Berisha hanno definito il 10 giugno “il più grande giorno nella storia dei rapporti tra Albania e Stati Uniti”.

A differenza di Germania e Italia nel paese balcanico l’arrivo di Bush non suscita alcuna ostilità.

Nelle poche ore di visita Bush affronta temi importanti come l’indipendenza del vicino Kosovo, dove il 90% della popolazione è di lingua albanese, è un possibile ingresso dell’Albania nella Nato.

Ieri a Roma il presidente statunitense aveva detto che era arrivato il momento delle decisioni per il Kosovo.

L’independenza della povincia serba, prevista da un rapporto dell’inviato dell’Onu Marthi Ahtisaari, non è accettata da Belgrado ed è osteggiata da Mosca.

Ieri il presidente russo Putin ha incontrato il primo ministro serbo Vojislav Kostunica. Il capo del Cremlino ha detto che arrivare rapidamente a una proclamazione d’indipendenza rappresenta “una violazione delle regole morali e legali”.