ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kurdistan: Ankara rafforza la frontiera con l'Iraq

Lettura in corso:

Kurdistan: Ankara rafforza la frontiera con l'Iraq

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre zone di sicurezza vietate ai civili. Sono state create dall’esercito turco nel sudest del paese, nell’ambito delle operazioni mirate a fronteggiare i ribelli separatisti del PKK. All’ingresso di ciascuna zona sono stati collocati dei posti di blocco.

L’area interessata dal provvedimento comprende tre province, Sirt, Sirnak e Hakkari, montagnose e non urbanizzate, vicine alla frontiera con l’Iraq, in quello che i ribelli chiamano Kurdistan, con una definizione non riconosciuta da Ankara.

Il ministro degli esteri turco, Abdullah Gul, ha invece smentito la notizia secondo cui la Turchia avrebbe operato delle incursioni nel nord dell’Iraq contro i membri del PKK. Ma ha anche ricordato che il paese è in guerra contro il terrorismo e farà di tutto per sradicarne le radici.

La contrapposizione tra i separatisti e l’esercito regolare, iniziata nel 1984, ha provocato piú di 37 mila morti.

Il PKK, partito dei lavoratori del Kurdistan, è nato con l’obiettivo di dar vita a uno stato sovrano indipendente dalla Turchia, dall’Iraq,dalla Siria e dall’Iran.