ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Zapatero: l'Eta sbaglia a rompere la tregua

Lettura in corso:

Spagna, Zapatero: l'Eta sbaglia a rompere la tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la rottura della tregua annunciata dall’Eta, il premier spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero assicura che risponderà alla sfida con la forza dello stato di diritto.

Dalla Moncloa, il capo del governo dice di avere fatto tutti gli sforzi per arrivare alla pace e accusa i terroristi baschi di fare un nuovo colossale errore.

“La decisione dell’ETA va nella direzione radicalmente opposta rispetto al cammino che intendono imboccare la società basca e la società spagnola: il cammino della pace. Una strada che ha un unico sbocco: l’abbandono definitivo delle armi”.

In un comunicato pubblicato questa mattina dai quotidiani baschi, l’Eta ha annunciato la fine della tregua permanente a partire dalla mezzanotte, accusando il governo socialista di avere risposto con arresti e repressione al cessate il fuoco dichiarato il 24 marzo 2006.

Il leader dell’opposizione, Mariano Rajoy, ha chiesto al governo di Madrid di dire con chiarezza che non ci sarà più nessun negoziato con l’Eta.

“Voglio che il governo spagnolo corregga la rotta. Pretendo parole chiare, certe, sicure, liberando il campo da ogni ambiguità”.

Critica sull’annuncio dell’Eta la portavoce del governo autonomo basco, Miren Azkarate: “E’ così – ironizza – che l’Eta prende in considerazione il parere della società basca”.