ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bush attacca Russia e Cina poi pero' rassicura: "la guerra fredda è finita e non tornerà"

Lettura in corso:

Bush attacca Russia e Cina poi pero' rassicura: "la guerra fredda è finita e non tornerà"

Dimensioni di testo Aa Aa

George Bush a tuttocampo.
Il presidente Usa a Praga prima di partire per il vertice del G8 in Germania ha replicato alle minacce russe di una possibile nuova corsa agli armamenti puntando il dito contro il deficit di democrazia nei paesi comunisti o ex comunisti.

Bush non ha risparmiato neanche la Cina dove, ha spiegato, “i dirigenti di Pechino pensano di poter aprire la loro economia al mercato senza aprire anche il sistema politico. Noi con questo approccio non siamo d’accordo”.
“In Russia a preoccupare è invece il fallimento delle riforme politiche che avrebbero dovuto rendere piu aperta e libera la società. Un fallimento che ha preoccupanti implicazioni per lo sviluppo democratico.

Parole pronunciate nel corso di una conferenza organizzata da personalità come l’ex dissidente sovietico Sharansky e l’ex presidente ceco Vaclav Havel protagonista della Primavera di Praga e della rivoluzione di velluto del 1989.
In mattinata Bush al termine dell’incontro con il presidente ceco Klaus e il premier Topolanek aveva comunque tentato di stemperare la tensione con Mosca.
“La guerra fredda è finita e non tornerà – aveva detto – il popolo della Repubblica ceca non è costretto a scegliere se stare con gli Stati Uniti o la Russia. Puo’ essere amico di entrambi.”

Giovedi a margine del vertice del G8 Bush e Putin si incontreranno per un faccia a faccia previsto da tempo ma che oggi assume un importanza forse decisiva.