ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pirma udienza a Parigi per il fallimento di Air Lib

Lettura in corso:

Pirma udienza a Parigi per il fallimento di Air Lib

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima udienza a Parigi per il fallimento della compagnia aerea francese Air Lib. Una bancarotta per il secondo vettore transalpino che da tre anni ha lasciato Air France in una situazione di monopolio specie sul mercato delle rotte interne.
Senza dimenticare il licenziamento dei dipendenti: in totale 3.200 persone ha perso il posto di lavoro.

Jean-Charles Courbet, ex pilota ed ex sindacalista di Air France, è il principale imputato del fallimento che nel giro di due anni ha portato al blocco degli aerei. E dire che di soldi Monsieur Courbet ne aveva in cassa. A cominciare dai 150 milioni di euro versati dall’ex proprietà, gli svizzeri di Swissair. Scena muta davanti alla commissione d’inchiesta del Senato da parte di Courbet: a chi gli chiede che fine hanno fatto i finanziamenti l’ex patron non dice nulla.

Alla fine nelle casse di Air Lib, che ha avuto anche un finanziamento statale superiore a 30 milioni di euro c‘è un maxi buco di circa 100 milioni di euro.

Nell’ordinanza di rinvio a giudizio il giudice vuole, o meglio vorrebbe, sapere che fine hanno fatto i 14 milioni di euro che hanno preso la via di una finanziaria in Lussemburgo. Per il momento si sa che Courbet si era accordato un premio di benvenuto di 780 mila euro.