ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fuorilegge le sostanze chimiche tossiche

Lettura in corso:

Fuorilegge le sostanze chimiche tossiche

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa ha un nuovo strumento per dare la caccia alle sostanze chimiche nocive. É entrato in vigore il Reach, il nuovo regolamento comunitario che norma la materia. Le aziende che importano o producono, in quantità superiore a una tonnellata l’anno, qualunque tipo di sostanza chimica, hanno l’obbligo di sottoporle a un controllo che ne escluda la tossicità.

Il regolamento è stato adottato a fine 2006 dal Parlamento europeo dopo una discussione durata altre tre anni. Il certificato di non tossicità viene rilasciato dai centri Reach presenti in tutti gli stati membri. Fabbricanti e importatori dovranno registrare le sostanze all’Agenzia europea per i prodotti chimici, la cui sede principale è a Helsinki, in Finlandia e che è stata inaugurata in coincidenza con l’entrata in vigore del nuovo regolamento. Le aziende che già operano in Europa dovranno effettuare la registrazione da giugno 2008 fino alla fine dell’anno precisando natura e volumi delle sostanze.

Inutilmente le grandi società chimiche hanno tentato di opporsi alla normativa che peró, a giudizio di alcune associazioni ambientaliste, è ancora troppo permissiva. Sono 100 mila le sostanze chimiche attualmente commercializzate in Europa ma solo quelle messe in commercio dopo il 1981, appena 3 mila, sono state controllate ed è stata esclusa la loro tossicità.