ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Onu intervenuta in aiuto dei libanesi anti-siriani

Lettura in corso:

L'Onu intervenuta in aiuto dei libanesi anti-siriani

Dimensioni di testo Aa Aa

Il voto del Consiglio di sicurezza dell’Onu è ostile alla Siria. Dieci Paesi hanno votato a favore della creazione del tribunale internazionale, cinque – fra cui la Russia e la Cina – si sono astenuti. Nessuno però si è espresso contro. Soddisfatto l’ambasciatore britannico all’Onu Emyr Jones Parry: “Non è un intervento capriccioso, un’interferenza nella sfera politica interna di uno Stato sovrano. E’ una risposta ponderata del Consiglio al governo libanese, che chiedeva un’iniziativa per superare un’impasse nelle procedure interne del Libano”.

Il governo di Beirut contava in effetti sul Consiglio di sicurezza per riuscire a scavalcare il parlamento nazionale, il cui presidente – un filosiriano – aveva finora impedito la creazione della corte. Il regime di Damasco ha sempre negato di essere il mandante dell’attentato di due anni fa contro l’ex premier Rafik Hariri.

Il funerale del leader sunnita si era trasformato in una grande protesta contro la Siria che si vide costretta a ritirare le sue truppe dal Libano.