ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ue propone una carta europea del donatore

Lettura in corso:

L'Ue propone una carta europea del donatore

Dimensioni di testo Aa Aa

Non accenna a placarsi in Olanda la polemica in merito alla messa in onda, venerdí, sulla televisione nazionale BNN, di un reality in cui una donna allo stadio terminale deciderà a chi donare il proprio rene. I responsabili dell’emittente hanno confermato il programma, nonostante le richieste avanzate da piú parti perchè fosse cancellato.

Sulla questione è intervenuto anche il ministro olandese della cultura e delle comunicazioni, Ronald Plasterk. “É un programma senza etica ma non ho poteri per vietarne la trasmissione. Spetta ai responsabili dell’emittente.” Favorevole alla trasmissione la deputata verde Femke Halsema. “I politici che vogliono vietare il programma sbagliano. Vietarlo sarebbe una censura di stato”.

L’obiettivo dichiarato dai responsabili della Tv olandese è quello di colpire l’opinione pubblica per costringerla a porsi il problema della mancanza di donazioni d’organi. Il fondatore dell’emittente è morto a 35 anni aspettando un trapianto.

Nel dibattito interviene anche la Commissione europea proponendo la creazione di una carta del donatore valida su tutto il territorio dell’Unione. Chi è favorevole a donare i propri organi viene inserito in un elenco. Alla sua morte, in qualunque stato europeo si verifichi, non ci sarà bisogno di ulteriori autorizzazioni per procedere all’espianto.