ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Amministrative in Italia: il centrosinistra perde, ma meno del temuto

Lettura in corso:

Amministrative in Italia: il centrosinistra perde, ma meno del temuto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il centrosinistra in Italia ammette di essere in difficoltà, dopo le amministrative di ieri e oggi, ma “non c‘è uno sfondamento” da parte del centrodestra. A dirlo è Vannino Chiti, ministro per i rapporti col parlamento, mentre la Casa delle Libertà parla di “percentuali bulgare”, soprattutto al nord.

I seggi hanno chiuso alle 15, i risultati sono quindi ancora molto provvisori, ma alcune tendenze sono chiare. Le due città chiave di Verona e Monza passano al centrodestra. Genova resterebbe al centrosinistra, ma le proiezioni danno un rischioso 55 per cento. Non solo, ma nella provincia di Genova per la prima volta il risultato è in bilico.

Dovrebbero passare al primo turno L’Aquila, conquistata dal centrosinistra, e Reggio Calabria, dove si conferma il centrodestra con quasi il 70 per cento dei voti. Mentre Parma e Lucca, dove è in vantaggio il centrodestra, e Taranto, dove è più forte l’Unione, se la giocheranno probabilmente al secondo turno.

Oltre 10 milioni di italiani erano chiamati a votare per il rinnovo di 7 amministrazioni provinciali e di 856 comuni.