ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca: scontri per il Gay Pride. Cappato fermato da Polizia

Lettura in corso:

Mosca: scontri per il Gay Pride. Cappato fermato da Polizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Picchiati e malmenati. Un gruppo di omosessuali riuniti vicino al municipio di Mosca per dare vita al Gay Pride, sono stati aggrediti in modo violento da un gruppo di attivisti di destra. Il corteo era stato vietato dal sindaco.

Anche il radicale italiano Marco Cappato è stato coinvolto negli scontri e fermato, insieme ad altri, dalla Polizia, di cui ha denunciato l’assenza.

Cappato era giunto alla manifestazione con la deputata italiana transessuale Luxuria, ieri bloccata per diverse ore all’aeroporto di Mosca per una serie di equivoci legati alla sua identità.

Insieme a loro c’erano altri deputati europei. Lo scopo era consegnare una lettera al sindaco per ottenere l’autorizzazione al Gay Pride, da lui definita “Opera di Satana”, e maggiori garanzie a cittadini omosessuali, bisessuali e transessuali.