ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuove critiche al direttore dell'Aiea per le sue dichiarazioni sul nucleare iraniano

Lettura in corso:

Nuove critiche al direttore dell'Aiea per le sue dichiarazioni sul nucleare iraniano

Dimensioni di testo Aa Aa

Il direttore dell’Aiea Mohammed el Baradei, oggi in Lussemburgo per una conferenza sulle prevenzione delle catastrofi nucleari, è stato criticato per aver affermato che ormai è troppo tardi per chiedere all’Iran un’interruzione totale delle attività di arricchimento dell’uranio.

Il rapporto pubblicato ieri dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha reso noto che l’Iran ha fatto un passo in avanti verso l’arricchimento su scala industriale. Impedire all’Iran di raggiungere questo stadio è la priorità assoluta del direttore dell’Aiea che ha stimato tra i 3 e gli 8 anni il tempo necessario alla Repubblica islamica per dell’arma atomica.

Le dichiarazioni di Baradei hanno provocato la reazione indignata degli Stati Uniti che stanno pensando di fare una protesta ufficiale. Anche la Francia si è detta sorpresa.

Queste nuove tensioni avvengono mentre sono in corso delle manovre navali statunitensi nel Golfo persico. Due portaerei, la Stennis e la Nimitz, insieme a diverse altre imbarcazioni militari si sono avvicinate alle coste dell’Iraq. I comandi statunitensi hanno spiegato che si tratta di un’operazione nel quadro dell’intervento americano in Iraq.