ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cresce la tensione in Libano. L'esercito circonda i ribelli islamisti

Lettura in corso:

Cresce la tensione in Libano. L'esercito circonda i ribelli islamisti

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione attorno al campo profughi palestinese di Nahr al Bared, nel nord del Libano, si fa sempre piu’ tesa. L’esercito libanese ha praticamente circondato il campo dove si rifugia il gruppo integralista Fatah al Islam. Insieme all’esercito, anche il governo libanese si è impegnato ufficialmente a sradicare il terrorismo.

Le condizioni umanitarie all’interno del campo, si fanno preoccupanti. Approfittanto dei brevi “cessate il fuoco” tra le due parti combattenti, la Croce Rossa Internazionale sta cercando di portare piu’ aiuti possibile, tra medicinali e riserve alimentari.

In un discorso alla vigilia del settimo anniversario del ritiro israeliano dal Libano meridionale, dopo 22 anni di occupazione, il primo ministro Fuad Siniora ha dichiarato che si impegnerà per sradicare il terrorismo, senza farsi intimidire dalle bombe e dagli assassinii. A sostenere il governo libanese, il nuovo ministro degli esteri francese, Bernard Kouchener, in visita ufficiale a Beirut.