ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Peugeot Citroen punta su una riduzione dei costi del 30%

Lettura in corso:

Peugeot Citroen punta su una riduzione dei costi del 30%

Dimensioni di testo Aa Aa

Riduzione dei costi e nuovi modelli: Peugeot Citroen tenta la ripresa, cercando di non dover tagliare ancora posti di lavoro. Il presidente Christian Streiff ha presentato due obiettivi: ridurre del 30 per cento i costi fissi entro il 2010 e lanciare 41 nuovi modelli, 21 in Europa.

La casa automobilistica, numero due tra le europee dopo Volkswagen, tenta di recuperare di fronte alla tendenza negativa degli ultimi cinque anni: la sua fetta nel mercato europeo è scesa progressivamente dal 15,5 per cento del 2002, per passare a poco meno del 14 due anni fa, fino ad arrivare oggi a poco più del 13 per cento.

Colpa, dice Peugeot Citroen, del rincaro delle materie prime da una parte, e dall’altra, di un euro forte, che penalizza le esportazioni. Il gruppo che ad aprile ha già annunciato la soppressione di quasi 5 mila posti di lavoro in Francia, dice di non voler chiudere stabilimenti in Europa, anche se non può escludere categoricamente questa possibilità.

Sul piano strategico, intende accantonare temporaneamente il sogno americano e riconquistare il Vecchio continente. Punterà in particolare su due segmenti: le auto a basso costo,che facciano concorrenza alla Logan della Renault, e quelle di alta gamma, come la Citroen C6.