ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prodi difende la costituzione europea

Lettura in corso:

Prodi difende la costituzione europea

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Italia non accetterà stravolgimenti nella costituzione europea. Al Parlamento europeo di Strasburgo, il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha difeso il testo della magna carta, già ratificato da 18 paesi, tra cui proprio l’Italia. Rivolgendosi a quei paesi che ancora esitano, Prodi ha prefigurato un’Europa a due velocità, se non si troverà un compromesso. “Credo che non si debba necessariamente procedere tutti insieme, tutti alla stessa velocità. Mi auguro e faro’ in modo che sia cosí. Ma mi rendo conto che non sempre è possibile”.

Di tutt’altra opinione il premier danese, Anders Fogh Rasmussen. La Danimarca non ha ancora ratificato la costituzione europea. “Penso che il modo per andare avanti sia di avere, al posto del trattato costituzionale, un trattato piú breve che modifichi quelli esistenti. Una riforma che si concentri sugli elementi istituzionali centrali per garantire che l’Europa a ventisette possa funzionare in modo efficiente”.

A Berlino il premier danese ha incontrato il cancelliere tedesco Angela Merkel che cerca di trovare un compromesso in vista del summit europeo di giugno. La posizione della Danimarca è molto vicina a quella del neo presidente della repubblica francese Sarkozy.