ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano, si combatte ancora a Tripoli. Fatah al-Islam minaccia di estendere i combattimenti

Lettura in corso:

Libano, si combatte ancora a Tripoli. Fatah al-Islam minaccia di estendere i combattimenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Per il secondo giorno consecutivo si combatte in Libano attorno al campo profughi di Nahr al-Bared. Gli scontri tra esercito e miliziani vicini ad al-Qaida hanno finora causato una cinquantina di vittime e numerosi feriti anche tra la popolazione civile.

Il gruppo Fatah al-Islam chiede l’immediata fine dei bombardamenti, e minaccia di estendere i combattimenti a tutti i 12 campi profughi del paese.

La situazione era precipitata ieri, dopo che le forze di sicurezza avevano tentato l’arresto di alcuni militanti islamici residenti nel campo, accusati di una rapina a Tripoli, importante città costiera del Nord del Libano. Ma la violenza è presto arrivata alla capitale, dove i miliziani radicali hanno rivendicato un attentato esplosivo in un centro commercialeche ha causato almeno du emorti.

Secondo esponenti della maggioranza, l’ondata di violenza sarebbe ispirata dalla Siria, in un ulteriore tentativo di impedire l’istituzione del Tribunale speciale sull’assassinio dell’ex premier Rafiq Hariri.