ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, Sarkozy schiera un esecutivo ridotto a 15 ministri: sette le donne

Lettura in corso:

Francia, Sarkozy schiera un esecutivo ridotto a 15 ministri: sette le donne

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia ha una nuova squadra di governo. La lista dei ministri che affiancheranno il premier Francois Fillon non presenta sorprese, rispetto alle anticipazioni della vigilia. Le poltrone sono state ridotte a quindici: otto gli uomini, sette le donne. Tra i prescelti, anche transfughi della sinistra e centristi.

Prima novità, il ritorno in grande stile di Alain Juppé. Dichiarato ineleggibile per dieci anni nel 2004, doo una condanna per corruzione, conquista ora il ministero dello Sviluppo Sostenibile, che raggruppa anche Lavoro ed Energia.

Gli Esteri vanno a Bernand Kouchner, fondatore di Medici senza Frontiere. Socialista, durante la campagna elettorale era a fianco di Segolene Royal. Hervè Morin è titolare della Difesa. Prima di salire sul carro di Nicolas Sarkozy era nella cerchia del centrista Francois Bayrou.

Michelle Alliot-Marie, classificata dalla rivista Forbes come una delle dieci donne più influenti del mondo, conquista gli Interni. Ministro dell’economia è invece Jean Louis Borloo, ex sindaco di Valenciennes, sovente descritto dai colleghi di destra come uno spirito libero.

Il dicastero della giustizia va a Rachida Dati, di professione magistrato e di origine magrebina. La composizione della squadra riflette gli impegni assunti dal nuovo inquilino dell’Eliseo in campagna elettorale. Oggi il battesimo del fuoco, con il primo consiglio dei ministri.