ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Braccio di ferro su carne ed energia tra UE e Russia

Lettura in corso:

Braccio di ferro su carne ed energia tra UE e Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

A causare discordia tra europei e russi è soprattutto l’embargo imposto da Mosca sulla carne polacca. Le importazioni sono ferme da oltre un anno per ragioni sanitarie secondo le autorità russe, una ritorsione politica invece secondo il governo polacco. A nulla sono serviti fino ad ora i tentativi di mediazione delle autorità europee.

L’anno scorso dunque Varsavia ha bloccato l’avvio dei negoziati con la Russia sul partenariato strategico in materia di energia. Un accordo atteso dall’Europa che importa dalla Russia un quarto del suo fabbisogno di gas e petrolio. Oltre alla Polonia anche la Lituania alza la voce. Da dieci mesi una raffineria lituana non riceve piú rifornimenti di greggio russo. Mosca ha chiuso i rubinetti dopo aver perso una gara d’appalto.

Sullo sfondo delle tensioni commerciali si aggiungono divergenze culturali…. La Russia ha criticato la decisione dell’Estonia di spostare a Tallin un monumento al soldato dell’Armata rossa, simbolo per i russi della lotta al nazismo.

Gli europei da parte loro vogliono affrontare la questione dei diritti umani, dopo la dura repressione delle manifestazioni anti-Putin ad aprile. Fu arrestato anche l’ex campione di scacchi Garry Kasparov. Un’altra manifestazione contro il presidente russo è prevista domani a Samara, proprio in occasione del vertice con l’Unione europea.