ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'Algeria alle urne, ma gli elettori restano distanti


mondo

L'Algeria alle urne, ma gli elettori restano distanti

L’Algeria va alle elezioni politiche. I candidati, più di dodici mila in tutto, si contendono i 389 seggi dell’assemblea popolare nazionale. Ma l’indifferenza nella quale si è svolta la campagna elettorale lascia prevedere che il tasso di affluenza sarà basso e gli equilibri di potere rimarranno inalterati.

Il Fronte di liberazione nazionale del primo ministro Abdelaziz Belkhadem sembra orientato a confermarsi prima forza politica del paese.

Fermo sostenitore del presidente Abdelaziz Bouteflika, il partito ha stretto un alleanza di governo con altre due forze politiche: Il raggruppamento per la democrazia nazionale, guidato dall’ex primo ministro Ahmed Ouyahia. E il movimento di società di pace: una formazione islamica moderata, il cui leader, Aboudjerra Soltani, è ministro in carica dell’attuale governo.

Tra le file dell’opposizione, il partito islamico El Islah ha ottenuto il maggior numero di seggi nelle ultime elezioni. Ma si presenta quest’anno diviso, mentre il suo leader, Abdallah Djaballah, è stato rimosso per volontà del governo.

Louisa Hanoune, che nel 2004 è stata l’unica donna candidata alla presidenza, guida il Partito dei lavoratori, di ispirazione trozkista. Attualmente detiene ventun seggi e si oppone alla privatizzazione delle imprese pubbliche avviata dal presidente Buteflika.

La novità più rilevante è il ritorno del Raggruppamento per la cultura e la democrazia, che ha boicottato le politiche del 2002 e che schiera ora 539 candidati. Il partito si avvantaggerà dell’assenza di un’altra formazione con radici berbere, il Fronte delle forze socialiste, che invita gli elettori all’astensione.

Escluso dallo scrutinio il Fronte per la salvezza islamica. Favorito nelle legislative del 1992, è stato poi bandito perché ritenuto di ispirazione estremista.

Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Pakistan, attentato esplosivo in un hotel di Peshawar. Almeno 27 i morti