ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentato in Algeria alla vigilia delle legislative

Lettura in corso:

Attentato in Algeria alla vigilia delle legislative

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla vigilia delle legislative in Algeria, un attentato a Costantina ha ucciso un poliziotto e ferito diverse persone. L’ordigno, di fabbricazione artigianale, è esploso vicino ad un posto di blocco nel centro della città situata a 500 km ad est di Algeri.

La campagna elettorale intanto si è conclusa nell’indifferenza della popolazione e le indicazioni che ne emergono non sorprendono : il tasso di affluenza sara’ basso e l’alleanza che sostiene il presidente Abdelaziz Bouteflika manterra’ una posizione dominante.

Da Tizi Ouzou, il capoluogo della Kabilia, regione che rivendica la sua indipendenza, la rassegnazione degli elettori è evidente: “Niente cambierà, sono stanco di politici che non pensano ai cittadini. Non voto, ho votato una sola volta in vita mia. Sono sempre gli stessi a essere eletti. Ci fanno un sacco di promesse e poi niente.” “In qualità di abitanti della KAbilia sappiamo cosa accadrà, verremo ancora una volta umiliati. Niente cambierà”.

Dalla capitale Algeri alle zone ricche di gas e petrolio del profondo sud sahariano, circa 18 milioni di persone saranno chiamate a scegliere fra oltre 12.000 candidati,tra cui poche centinaia di donne, di 24 partiti e 102 liste indipendenti.