ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Per il rapimento della piccola Madelaine sotto torchio un vicino

Lettura in corso:

Per il rapimento della piccola Madelaine sotto torchio un vicino

Dimensioni di testo Aa Aa

Forse ad una svolta il caso di Madelaine McCann, la bambina britannica di quattro anni scomparsa in Portogallo una decina di giorni fa. La polizia portoghese ha trattenuto per interrogarlo un altro cittadino britannico, Robert Murat. La villa dell’uomo a Praia da Luz, che si trova a un centinaio di metri dal complesso turistico dove la bimba è stata rapita, è stata perquisita dagli agenti della scientifica.

Murat, che nel corso dell’inchiesta ha collaborato con la polizia come traduttore, non è in stato di arresto. La vicenda ha scosso l’opinione pubblica tanto in Portogallo quanto in Gran Bretagna, dove grazie a donazioni di star e privati cittadini, è stata messa insieme una ricompensa di quasi 4 milioni di euro per il ritrovamento della bambina.

La famiglia è fiduciosa che Madelaine sia ancora sana e salva. Ma a indirizzare le ricerche verso Robert Murat è stata una giornalista britannica, insospettita dal fatto che l’uomo parlasse troppo della bambina e in particolare che avesse pronunuciato frasi del tipo “è troppo tardi”.