ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarko lascia la guida dell'Ump, a 48 ore dall'entrata all'Eliseo

Lettura in corso:

Sarko lascia la guida dell'Ump, a 48 ore dall'entrata all'Eliseo

Dimensioni di testo Aa Aa

Fedele all’attivismo di cui ha fatto una bandiera personale, Nicolas Sarkozy, neo eletto Presidente della Repubblica Francese, procede spedito nella preparazione della sua entrata all’Eliseo. Oggi un passaggio dovuto: l’addio alla guida del partito, l’Ump, di cui era Presidente da novembre 2004. “Miei cari amici” ha detto “il mio dovere è di lasciarvi ed è per me straziante. Ma lo faccio perchè ai miei occhi è il solo modo per servire adeguatamente la Francia”.

Da notare che Sarkozy non ha lasciato indicazioni sul possibile successore alla dirigenza del partito, che sarà guidato ad interim da un triumvirato fino al prossimo congresso, in autunno. Poi, rompendo la tradizione e accelerando i tempi, Sarkozy ha incontrato i responsabili di tutte le organizzazioni sindacali e patronali ancora prima del suo insediamento ufficiale.

Laurence Parisot, Presidente del Medef, la confindustria francese: “E’ stato un dialogo estremamente interessante. Il Presidente Sarkozy, il Presidente eletto, è davvero proteso verso l’azione, ha la cultura dei risultati. Un approccio che ci soddisfa”.

Meno slancio nelle dichiarazioni di Bernard Thibault, segretario generale del Cgt, principale sindacato di sinistra: “E’ chiaro che attendiamo atti concreti per giudicare se le riforme verranno affrontate secondo gli impegni presi, sulla base del dialogo, come il Presidente ci ha detto questa mattina”.

A 48 ore dal passaggio di testimone con il Presidente uscente Jacques Chirac, una certezza: su temi sensibili come il contratto di lavoro e i servizi minimi garantiti in caso di sciopero, di dialogo ce sarà bisogno.