ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ripresi gli scontri inter-palestinesi, tre morti. Si dimette il ministro dell'Interno dell'Anp

Lettura in corso:

Ripresi gli scontri inter-palestinesi, tre morti. Si dimette il ministro dell'Interno dell'Anp

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ salito a tre il numero di palestinesi morti stamane a Gaza in seguito alla ripresa degli scontri tra gruppi rivali. La terza vittima è Mohammed al-Absa, di 26 anni, raggiunto da un proiettile vagante mentre camminava vicino alla casa del portavoce di al-Fatah, Maher Maqdad. Gli altri due morti sarebbero le guardie del corpo di quest’ultimo. Quindici persone risultano ferite, ed almeno un edificio in cui si trova una sede di al-Fatah è stato saccheggiato e dato alle fiamme. Di fronte al caos, il ministro dell’Interno dell’Anp, Kawasmeh, ha rassegnato le dimissioni.

Non ha retto quindi la tregua annunciata in nottata da Hamas e al-Fatah dopo la giornata di ieri, nel corso della quale a Gaza si sono registrati quattro morti in battaglie tra le opposte fazioni. Tra le vittime un capo locale delle Brigate del martiri di al-Aqsa e il suo autista, e un giornalista vicino ad Hamas.

L’accordo della Mecca dell’8 febbraio scorso tra gli islamici radicali e i moderati – accordo mediato dall’Arabia Saudita – non è riuscito a far abbassare la tensione nei Territori occupati, dove si muore anche per cause diverse dalla politica. Un ragazzo di 15 anni è rimasto ucciso a Gaza nel corso di una rissa causata da un confronto tra due clan familiari.