ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, tensione e proteste contro Musharraf dopo la rimozione di un giudice dalla Corte suprema

Lettura in corso:

Pakistan, tensione e proteste contro Musharraf dopo la rimozione di un giudice dalla Corte suprema

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo sciopero generale promosso dall’opposizione pakistana ha paralizzato la capitale Karachi e le principali città del paese. La mobilitazione arriva dopo la morte di 40 persone nel pesante clima di scontri, scoppiati per protesta contro la rimozione di un giudice della Corte suprema, Mohammed Chaudry.

Nel mirino dei manifestanti il presidente Musharraf, accusato di aver compiuto un vero e proprio colpo di mano. “Musharraf”, dice Malik Murtazar, magistrato alla Corte suprema, “dovrebbe dimettersi, il giudice rimosso dovrebbe tornare al suo posto e il paese dovrebbe essere chiamato a nuove, leali e trasparenti elezioni”.

Le violenze della scorsa settimana hanno visto contrapporsi i sostenitori del giudice sollevato dall’incarico e i militanti del movimento Muttahida Qaumi, che appoggia il generale Musharraf.

In questo clima – in cui si registra anche un agguato a un funzionario della Corte suprema, rimasto ucciso in quella che per le autorità é una rapina finita male – i giudici del massimo tribunale hanno sospeso la discussione sul dossier relativo al magistrato Chaudry.

.