ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Energia: una rete per prevenire le crisi

Lettura in corso:

Energia: una rete per prevenire le crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono bastati 5 mesi per mettere in piedi la rete degli informatori per la sicurezza europea, un nuovo organismo, voluto dal Consiglio Europeo, per prevenire il rischio di crisi energetiche e, nel caso in cui si verifichino, per intervenire con tempestività. Della rete fanno parte rappresentanti della Commissione europea, del Consiglio e degli Stati membri.

A dare un forte impulso alla nascita del nuovo organismo sono state le crisi energetiche dello scorso inverno. Del resto la dipendenza energetica dell’Europa da paesi terzi è in continuo aumento. Nel 1995 era pari al 44%, nel 2005 ha superato il 56%.

A giudizio del direttore generale delle relazioni esterne della commissione europea, Eneko Landaburu, la nuova rete è una necessità. “É un modo per avere una politica energetica comune, non solo per scambiarsi informazioni, non solo per reagire velocemente quando ci sono delle difficoltà che sorgono in seguito a delle minacce di natura energetica che possono riguardarci. Serve anche per riflettere insieme per vedere quali siano queste minacce e quali le risposte da dare. É un passo concreto verso quella politica che noi auspichiamo”.

Nel concreto lo scambio tempestivo di informazioni avverrà attraverso un sito internet comune con accesso controllato. Il compito della nuova rete sarà quello di dare supporto tecnico a tutti i soggetti europei del settore energia.