ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bombe occidentali uccidono 21 civili afghani

Lettura in corso:

Bombe occidentali uccidono 21 civili afghani

Dimensioni di testo Aa Aa

Un bombardamento aereo occidentale ha provocato la morte di 21 civili nella privincia meridionale di Sangin in Afghanistan ma non si sa di chi sia la colpa. I responsabili della missione Isaf della Nato negano di aver fatto operazioni in quell’area. Gli Statunitensi anche si dicono estranei, pur ammettendo che proprio lì un soldato americano è rimasto ucciso in un attacco taleban.

Il governatore della regione, secondo il quale ci sono anche donne e bambini fra le vittime, dice che potrebbero esserci altri morti sotto le macerie. L’ennesima strage avviene meno di due settimane dopo la morte di una cinquantina di civili afghani nel corso di operazioni militari nell’Ovest e nell’Est del Paese. Ma soprattutto è accaduta proprio nel giorno in cui gli Stati Uniti hanno ammesso la loro responsabilità per un’altra tragedia simile avvenuta a marzo: le Forze Armate di Washington ieri si sono scusati per quello che hanno chiamato un “terribile errore” e hanno promesso risarcimenti alle famiglie dei 19 morti.