ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banca Mondiale, Wolfowitz sempre più isolato. I democratici a Bush: "Una soluzione rapida"

Lettura in corso:

Banca Mondiale, Wolfowitz sempre più isolato. I democratici a Bush: "Una soluzione rapida"

Dimensioni di testo Aa Aa

Aumentano di ora in ora le pressioni sul capo della Banca Mondiale, Paul Wolfowitz, invitato da più parti a dimettersi per una vicenda di nepotismo. Il leader democratico al Senato, Harry Reid, ha scritto a Bush chiedendogli un rapido intervento per risolvere la crisi, che secondo l’esponente politico rischia di intaccare la credibilità degli Usa e il loro ruolo guida nell’istituzione monetaria.

Wolfowitz, in passato uno dei più influenti consiglieri di Bush, è finito nell’occhio del ciclone per aver trasferito con un megastipendio la sua compagna dalla Banca Mondiale al Dipartimento di stato.

Ufficialmente Wolfowitz viene difeso dallo stesso presidente Bush, che in uscite pubbliche continua a ribadire il proprio sostegno al presidente della Banca Mondiale.

Tuttavia, soprattutto dopo che una commissione di inchiesta interna è arrivata alla conclusione che sono state violate le regole dell’Istituto, cominciano già a girare i nomi dei possibili successori.