ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banca mondiale: concessi cinque giorni in più a Wolfowitz per preparare una difesa

Lettura in corso:

Banca mondiale: concessi cinque giorni in più a Wolfowitz per preparare una difesa

Dimensioni di testo Aa Aa

Una settimana per dare tutte le risposte: Paul Wolfowitz, il presidente della Banca Mondiale, dovrà presentarsi martedì 15 maggio, nel pomeriggio, davanti al Consiglio d’Amministrazione dell’istituto. Un rapporto interno, di cui Wolfowitz ha ricevuto copia domenica, lo accusa di nepotismo, per essere intervenuto direttamente chiedendo promozione ed aumento per la sua compagna, una esperta di medio oriente.

“Licenziate Wolfowitz” era lo slogan di una manifestazione a Washington, ma sono soprattutto gli europei a chiedere che se ne vada: e che il caso comporti rischi enormi lo conferma anche Steve Clemons, analista della New America Foundation: “Se non riusciamo a liberarci di Wolfowitz – dice – rischiamo di perdere gli aiuti europei, che sono molto importanti per i paesi in via di sviluppo, ma rischiamo anche di perdere il diritto di nominare il prossimo presidente”.

La nomina del presidente della Banca Mondiale spetta per tradizione agli Stati Uniti d’America: ma alcuni paesi europei, Germania in testa, ora colgono l’occasione per rimettere tutto in discussione, a partire proprio dasll’operato di Wolfowitz.