ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy si concede nove giorni di riflessione prima di assumere la presidenza della Repubblica francese

Lettura in corso:

Sarkozy si concede nove giorni di riflessione prima di assumere la presidenza della Repubblica francese

Dimensioni di testo Aa Aa

Passata l’emozione Nicolas Sarkozy questa mattina è uscito apparentemente disteso da un hotel parigino. Saranno nove giorni di riflessione prima dell’investitura ufficiale a presidente della Repubblica francese. Per il 16 maggio Sarkozy dovrà avere pronta in tasca la lista dei ministri, 15 al massimo, e del premier del suo primo governo. Un esecutivo di transizione in attesa dell’entrata in funzione del nuovo Parlamento che sarà eletto i prossimi 10 e 17 giugno.

Tutta la stampa, compresi i giornali progressisti, ha sottolineato il successo netto e senza ambiguità del candidato della destra. E si fanno già i nomi dei probabili primo ministro. Uno dei favoriti per guidare il prossimo governo del presidente Sarkozy è Francois Fillon, ex ministro autore di una contestatissima riforma delle pensioni, che ieri sera era al fianco del vincitore sul palco dei festeggiamenti.

Sarkozy ha promesso una Repubblica dove sarà premiato il merito senza però abbandonare per strada i più deboli. “Sarò il presidente che lotterà contro le ingiustizie e ognuna avrà la sua chance. Ma nella Repubblica che io voglio servire, non si potranno avere dei diritti senza la contropartita dei doveri”, ha arringato Sarkozy.

Più impresa e meno Stato è il credo professato da Sarkozy che in passato si è caratterizzato come uomo della divisione. Mentre adesso dovrà cercare di essere, come ha auspicato lui stesso, il presidente di tutti i francesi.