ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, anarchici e casseur in piazza, scontri a Parigi e in provincia

Lettura in corso:

Francia, anarchici e casseur in piazza, scontri a Parigi e in provincia

Dimensioni di testo Aa Aa

Non è la guerriglia urbana che qualcuno temeva, ma rimane pur sempre un’immagine insolita, per la Francia che esce da uno scrutinio presidenziale. Alcune migliaia di giovani, anarchici e militanti di estrema sinistra, hanno dato sfogo con la violenza alla frustrazione per l’esito elettorale.

A Parigi, si sono riversati in Place de la Bastille, lanciando bottiglie e sanpietrini verso le forze di polizia, prima di venire dispersi dalle cariche degli agenti, che hanno usato lacrimogeni e idranti. Qualche vetrina mandata in frantumi e cassonetti dell’immondizia dati alle fiamme anche a Marsiglia, dove il dispiegamento dissuasivo delle forze dell’ordine ha impedito che la situazione sfuggisse fuori controllo.

Certo non è stata la riedizione della rivolta dell’autunno 2005: in alcune banlieue il clima era teso ma i disordini si sono limitati ai quartieri del centro. Stesse scene a Tolosa: duemila giovani hanno manifestato la loro ostilità nei confronti di Nicolas Sarkozy, lanciando pietre contro la sede del partito UMP. Nella piazza del Campidoglio, un piccolo gruppo s‘è arrampicato sulla facciata del municipio per staccare il tricolore.