ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: tensione con Estonia per rimozione monumento soldati russi a Tallin

Lettura in corso:

Russia: tensione con Estonia per rimozione monumento soldati russi a Tallin

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si ferma la violenza in Russia, dove la decisione delle autorità estoni di trasferire dal centro di Tallin a un cimitero militare un monumento ai caduti di guerra russi sta scatenando gravi disordini.

Diversi gruppi di dimostranti hanno preso di mira l’ambasciata estone a Mosca e la sede di un quotidiano, scelta dall’ambasciatrice per una conferenza stampa.

“Abbiamo fatto un picchetto all’ambasciata estone per 5 giorni, per chiedere che l’ambasciatore venga a parlare con noi – spiega Vasily Yakemenko, leader del gruppo giovanile pro-Cremlino “Nashi” – e chieda scusa da parte del primo ministro estone che ha descritto i soldati sepolti come ‘vandali e ubriaconi’. Riteniamo che queste richieste siano più che ragionevoli”.

Il monumento ai caduti del 1945 è considerato dai russi un simbolo della lotta anti-nazista. Il governo estone lo ritiene, invece, un monumento dell’oppressione sovietica.

“Al momento ci stiamo consultando con i colleghi europei sulle misure che l’Unione europea prenderà – dice l’ambasciatrice estone Marina Kaljurand – ma vi posso confermare che l’Unione europea prenderà misure concrete nelle relazioni con la Russia”.

Il 18 maggio è previsto un vertice bilaterale tra Unione europea e Russia e, con tutta probabilità, il braccio di ferro in atto con l’Estonia entrerà nell’agenda dei colloqui.

Intanto il ministero degli Esteri russo ha ordinato l’evacuazione dei familiari dell’ambasciata di Tallin a Mosca, ancora sotto assedio.