ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Los Angeles a Washington, tornano i cortei per i diritti dei clandestini

Lettura in corso:

Da Los Angeles a Washington, tornano i cortei per i diritti dei clandestini

Dimensioni di testo Aa Aa

Disordini a Los Angeles, nel corso di una manifestazione a favore dei diritti degli immigrati clandestini. La polizia è intervenuta caricando i manifestanti e sparando proiettili di gomma, dopo che gli agenti erano stati provocati con lanci di bottiglie.

Quella nella città californiana è solo una delle marce che si sono svolte ieri negli Stati Uniti, per chiedere la regolarizzazione di milioni di clandestini.

Rispetto alle mobilitazioni dell’anno scorso, che portarono in piazza fino 500.000 persone nella sola Los Angeles, ora la partecipazione è stata moto più contenuta.

Norberto Martinez, promotore del corteo di Washington, ne attribuisce la causa all’assenza di un serio dibattito a livello politico. “Bisogna trovare il modo di ottenere la regolarizzazione – sostiene – se l’attuale amministrazione non è in grado di farlo, ci penserà la prossima”.

“Lotto per il futuro dei miei bambini, perché possano crescere in America”, dice una manifestante del Guatamala.

Un progetto di riforma delle leggi sull’immigrazione, fortemente sostenuto dal presidente Bush, prevedeva permessi temporanei di lavoro. Ma non ha superato lo scoglio del Congresso per l’opposizione delle frange più conservatrici del partito repubblicano.