ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Timori di violenze nelle piazze turche per via del 1° maggio e dello scontro sulla laicità

Lettura in corso:

Timori di violenze nelle piazze turche per via del 1° maggio e dello scontro sulla laicità

Dimensioni di testo Aa Aa

Primo maggio ad alto rischio in Turchia. Nel timore di scontri il governatore di Istanbul ha vietato le manifestazioni in piazza Taksim, dove sindacati e gruppi di sinistra vogliono commemorare un attentato di matrice nera risalente a 30 anni fa.

Ma molto più dei costrasti fra destra e sinistra a tenere con il fiato sospeso è la sentenza che la Corte costituzionale emetterà oggi, o al massimo domani, sull’elezione del nuovo capo dello Stato.

Malgrado il tentativo del primo ministro Recep Tayyp Erdogan di rasserenare gli animi l’opposizione continua a chiedere che il voto di venerdì scorso venga invalidato. Anche se quella prima tornata si era conclusa con una fumata nera, i supremi giudici potrebbero contestare il conteggio del quorum e decidere di mandare a casa il parlamento che ha avallato la presunta irregolarità.

Il ricorso mira a ostacolare l’elezione a presidente della repubblica di un candidato filoislamico. Con lo stesso obiettivo domenica erano scesi in piazza oltre un milione di turchi.