ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il governo israeliano sostiene Olmert sulla guerra in Libano. Ma la piazza chiede le dimissioni

Lettura in corso:

Il governo israeliano sostiene Olmert sulla guerra in Libano. Ma la piazza chiede le dimissioni

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorte del governo israeliano presieduto da Ehud Olmert è appesa a un filo dopo la pubblicazione del rapporto Winograd sulla guerra in Libano. 171 pagine che indicano il premier israeliano, insieme al ministro della difesa Peretz e all’ex capo di stato maggiore, come il supremo responsabile della disfatta militare.

Secondo la commissione presieduta dell’ex giudice Eliahu Winograd il governo Olmert ha scatenato un conflitto senza preparare minimamente una strategia adeguata.

Il vice premier Shimon Peres difende però il capo del governo: “Israele è una democrazia solida. Dobbiamo rimediare agli errori commessi. Ma fino a quando c‘è una maggioranza in Parlamento dobbiamo continuare a fare il nostro lavoro correggendo gli errori e andando avanti”.

Le proteste per chiedere le dimissioni di Olmert, che gode di un indice di popolarità del 2%, sono già partite. Per giovedì sera una grande manifestazione è stata organizzata a Tel Aviv da un ex generale, da riservisti che hanno combattuto l’estate scorsa in Libano e da genitori di soldati uccisi nel corso del conflitto.