ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: Olmert e Peretz sotto accusa per guerra in Libano

Lettura in corso:

Israele: Olmert e Peretz sotto accusa per guerra in Libano

Dimensioni di testo Aa Aa

Ehud Olmert ha iniziato una guerra contro Hezbollah senza avere un piano strategico adeguato e ha la responsabilità ministeriale e personale per le lacune nelle decisioni prese. E’ il severo verdetto emesso dal rapporto che la commisssione di inchiesta sulla guerra dello scorso anno in Libano, presieduta dal giudice Winograd, ha appena consegnato al premier israeliano.

Il documento non lascia possibilità di appello nemmeno al ministro della Difesa Peretz, accusato di essere inesperto. La sua impreparazione sarebbe tra le cause dell’insuccesso del conflitto. Nell’occhio del ciclone anche il capo di stato maggiore Halutz. L’esercito, inoltre, non era abbastanza pronto per l’offensiva.

Winograd ha sottolineato come ‘‘i ministri abbiano votato per una decisione che non hanno capito e hanno approvato il conflitto senza sapere poi come uscirne’‘. Il periodo esamiato va dal ritiro israeliano dal Libano nel 2000, ai primi cinque giorni del conflitto, scatenato dal rapimento, il 12 luglio, di due soldati israeliani e l’uccisione di altri otto.

Nella guerra di 34 giorni, furono uccisi dalla milizia Hezbollah 117 soldati e 41 civili israeliani. I libanesi che persero la vita furono 1200, tra i quali 270 membri di Hezbollah. Le forze armate israeliane inflissero anche pesanti danni alle infrastrutture. Il destino politico di Olmert appare ora più che mai incerto.