ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Argentina: le donne di Plaza de Mayo 30 anni dopo

Lettura in corso:

Argentina: le donne di Plaza de Mayo 30 anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Era il 30 aprile del 1977 quando una decina di donne argentine decise di scendere sulla Plaza de Mayo di Buenos Aires per chiedere la restituzione dei loro figli, fatti sparire nel nulla dalla dittatura del generale Videla. Da quel momento sono passati trenta lunghi anni, e quelle madri sono diventate centinaia. Ancora oggi, nonostante i capelli bianchi, il passo lento e il volto segnato dalla sofferenza, sono ancora decise a chiedere giustizia.

Con il foulard bianco, simbolo della loro lotta, come ogni anno si riuniscono per commemorare quel giorno con musica e manifestazioni. “Durante tutti questi anni sporchi – racconta una di loro – abbiamo raggiunto risultati, abbiamo avuto delusioni, ma noi siamo come la fenice che rinasce con più forza, perché non siamo più sole come eravamo all’inizio”. Quando nel 1983 nel Paese ritornò la democrazia, si ebbe la conferma che i desaparecidos erano molte decine di migliaia. Trentamila, secondo le stime degli organismi di difesa dei diritti umani.