ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rostropovich sepolto a Mosca, accanto ai grandi del Novecento russo

Lettura in corso:

Rostropovich sepolto a Mosca, accanto ai grandi del Novecento russo

Dimensioni di testo Aa Aa

Genio del violoncello, cittadino del mondo, Mstislav Rostropovich riposa ora a Mosca, accanto a Dmitrij `ostakovi e Sergej Prokof’ev, maestri e compagni nell’avventura della musica. I funerali oggi nella capitale russa, celebrati nella Cattedrale del Cristo Salvatore, che venne ricostruita là dove Stalin aveva fatto terra bruciata di un antico convento. La chiesa fatta riedificare dall’ex Presidente Boris Eltsin, deceduto lunedì scorso, e per la quale anche Rostropovich aveva dato un contributo.

Ilham Aliev, Presidente dell’Azerbaijan – dove Rostropovich era nato 80 anni fa – era solo una fra le numerse personalità che hanno presenziato accanto al soprano Galina Visnievskaia, vedova del musicista. Soprattutto tanta gente comune: più di 2.000 persone hanno accompagnato Rostropovich nello storico cimitero di Novodievich, fuori Mosca.

E’ l’ultimo apprezzamento del pubblico per un uomo mai sceso a compromessi, che per riaffermare la sua libertà d’individuo di fronte al regime sovietico si era visto ritirare la cittadinanza, nel 1978, quattro anni dopo aver lasciato il Paese. La Russia oggi – il Presidente Vladimir Putin per primo – lo riconosce come un grande del Novecento.