ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polemiche in Francia sul dibattito radiofonico Royal-Bayrou

Lettura in corso:

Polemiche in Francia sul dibattito radiofonico Royal-Bayrou

Dimensioni di testo Aa Aa

Mancano otto giorni al secondo turno delle presidenziali francesi. E il clima si accende anche grazie alla polemica provocata dal dibattito radiofonico di questa mattina tra la candidata socialista Segolene Royal e Francois Bayrou, il centrista uscito dalla corsa ma arbitro della tornata finale con il suo 18,5% di voti. “Non ci sarà nessun allineamento con Segolene Royal, non è questo il senso del dibattito odierno” ha precisato Bayrou. La Royal ha convenuto “anche se il dialogo – ha spiegato – resta aperto e il patto presidenziale con cui intende vincere le elezioni prevede ampi margini di convergenza” con i centristi.

Il voto dello scorso 22 aprile ha sancito la nascita di un nuovo soggetto politico che rompe con il tradizionale bipolarismo destra sinistra. La Royal e e il suo avversario Nicolas Sarkozy non potranno non tenerne conto. Sarkozy ovvero il convitato di pietra del dibattito di questa mattina entrato in aperta polemica sia con la Royal che con Bayrou che lo aveva accusato di aver fatto pressione per annullare l’appuntamento radiofonico.

Il candidato della destra neogollista dato in vataggio sulla sua avversaria dai sondaggi, ha ostentato disinteresse per la trasmissione affermando che “la logica di un elezione presidenziale è il rapporto diretto tra il candidato e il popolo e non quella dei partiti che tentano di recuperare quanto perduto al primo turno. Mi spiace – ha poi aggiunto – Bayrou non è in finale, è stato eliminato anche se ha difficoltà ad accettare quest’idea. Non si è mai vista una finale di coppa del mondo con in campo un terzo incomodo”. Tornando ai sondaggi, l’ultimo ad essere diffuso attribuisce a sarkozy il 52,5% delle preferenze alla Royal il 47,5%,