ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tallin: scontri tra polizia e manifestanti. Colpa di un monumento.

Lettura in corso:

Tallin: scontri tra polizia e manifestanti. Colpa di un monumento.

Dimensioni di testo Aa Aa

Una decina di feriti, compresi sei poliziotti e 11 persone arrestate. É il bilancio degli scontri di ieri a Tallin tra forze dell’ordine e manifestanti. Un’inchiesta dovrà chiarire le ragioni per cui una pacifica protesta si sia trasformata in un duro scontro. Al centro di tutto il monumento al milite dell’Armata Rossa ucciso dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Alcune decine di persone stavano manifestando dinanzi alla statua per protestare contro la decisione del governo estone di spostarla in un cimitero. I tafferugli sono scoppiati quando la polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti.

“Sono fascisti, ci hanno picchiati solo perchè avevamo deposto dei fiori” ha affermato uno dei cittadini di Tallin coinvolti negli scontri.

Il monumento è da sempre al centro di dispute nazionalistiche. La minoranza russa che vive in Estonia lo considera un simbolo della lotta al nazismo. Per la maggioranza della popolazione invece evoca, tristemente, gli anni della dominazione sovietica.