ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ostaggi francesi: domani scade l'ultimatum imposto dai taleban

Lettura in corso:

Ostaggi francesi: domani scade l'ultimatum imposto dai taleban

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultimatum scaduto. Anzi no, scadrà domani. Confusione o strategia, il comunicato dei taleban aumenta le speranze – e allo stesso tempo la preoccupazione – sulla sorte dei due ostaggi francesi rapiti in Afghanistan il 3 aprile scorso. Oltre a Celine ed Eric – questi i nomi dei due volontari di una ONG che si occupa di sostegno agli orfani – nelle mani degli aguzzini ci sono anche tre accompagnatori afghani. Il 20 aprile i taleban avevano dato a Parigi una settimana di tempo per ritirare le proprie truppe dal Paese: condizione per liberare gli ostaggi.

Il rapimento è avvenuto nella provincia di Nimroz, nel Sud-Ovest dell’Afghanistan. La Francia, che dispiega attualmente un contingente di 1.100 militari, non intende tenere in considerazione le richieste dei teleban. Ha tuttavia ribadito la propria “vocazione a non restare in Afghanistan”: parole di oggi del ministro degli Esteri Philippe Douste-Blazy.

I taleban hanno liberato l’italiano Daniele Mastrogiacomo lo scorso 19 marzo, ma il rapimento si è concluso con l’uccisione di due afghani, l’accompagnatore e l’interprete del giornalista de La Repubblica.